ENGINEERING CONSULTANTS

C&H

Concorso di idee per la riqualificazione della Piazza Martiri della Libertà nel Comune di Rosolina (Rovigo)

Anno: 2016

Il progetto nasce dall’intenzione di vestire lo spazio oggetto di intervento di un volto nuovo, unico e intero. L’esigenza di conferire a questo volto un nuovo disegno urbanistico, architettonico e paesaggistico si confronta con la necessità di conoscere la città, la sua gente e la sua storia. È evidente che lo stesso pensare a una forma o a un oggetto che potesse vestire le strade, le passeggiate, i giardini non poteva in alcun modo prescindere dal segno autorevole che il passato umano, storico e ambientale ha lasciato ai posteri. Gli spazi piu' rilevanti dell'area oggetto di intervento sono tre: Piazza Martiri della Libertà, Viale del Popolo e Viale Guglielmo Marconi.

Il disegno di una pavimentazione comune per i tre ambiti ha reso possibile l’integrazione fra gli stessi, pur garantendo un’autonomia di identità a ciascuno. E’ previsto l’uso di due tipi di pavimentazione, tipiche del territorio veneto; in porfido nelle piazze principale mentre in blocchi autobloccanti in calcestruzzo nei marciapiedi.

La fruibilità diventa efficace perché efficace diventa l’integrazione fra i diversi ambiti. Ci sono, infatti, elementi che si ripetono e si diffondono in tutto il sistema dell'asse viario, con riferimento alla pavimentazione, all’illuminazione, e alle forme di arredo. Il monumento ai caduti di guerra sarà spostato all’inizio del Viale del popolo e da qui inizierà il percorso pedonale che attraverserà il viale fino ad arrivare alla Piazza Martiri della Libertà. Sfruttando la prospettiva del viale è stato pensato un altro monumento che richiamerà la forma del quadrato attraverso una cornice in materiale Corten, che sarà posizionata in un punto strategico capace di valorizzare l’aspetto estetico e storico della Chiesa di Sant’Antonio da Padova. Il viale pedonale dividerà da un lato una strada di accesso e parcheggio per le abitazioni, e dall’altro la strada carrabile dove è stato lasciato il senso di marcia. Dal viale si arriva alla Piazza Martiri della Libertà, che sarà divisa in due piccole piazze pensate distintamente, una, per incrementare l’area di mercato settimanale già esistente lungo il Viale del Popolo, e l’altra pensata come spazio per piccoli eventi culturali. Queste due piazze allo stesso tempo saranno luogo di ritrovo per la popolazione. Un altro elemento, che caratterizzerà il luogo sarà “il muro” che fungerà da ingresso alla piazza circondata da sedute rettilinee in pietra. La sfida lanciata è stata quella di usare il muro come foglio su cui scolpire la propria arte e quindi valorizzare anche la cultura del luogo. La parete è infatti incisa con lettere che ripropongono, con dimensioni variabili, i testi poetici di artisti della città di Rosolina.