C & H

ENGINEERING CONSULTANTS S.R.L.

Progetto di riqualificazione del Piazzale "Enzo Vicari" nel Comune di Sant'Agata di Militello

Inizio lavori: 2014 - Fine lavori: 2015

Il presente progetto esecutivo prevede la riqualificazione di un’area recentemente intitolata al Prefetto Enzo Vicari, nel centro urbano di Sant’Agata Militello. L’area sorge nelle immediate adiacenze dell’ex Museo Etnoantropologico dei Nebrodi (che verrà presto trasferito in una location più appropriata, all’interno del restaurato “Castello dei Principi Gallego”); l’ex museo, invece, verrà presto riconvertito a “Casa della Musica”. Questi interventi seguono un unico filo progettuale, sposando logiche volte al miglioramento delle capacità attrattive ed innovative ed allo sviluppo economico di questa cittadina, la cui economia si fonda sul turismo (incentivi ragguardevoli, in tal senso, vengono dalla presenza di realtà istituzionali importanti quali la sede dell’Ente “Parco dei Nebrodi” e da altre realtà infrastrutturali quali il “Porto dei Nebrodi” per il quale è stato previsto il riconoscimento dello status di porto extraregionale, cioè di porto “hub”, insieme ai porti di Marsala e Marina di Ragusa, in modo da offrire alle imprese siciliane un valido strumento a sostegno dello sviluppo nei settori strategici dell'economia turistica, come lo sono la ricettivita' alberghiera e la portualità). Fatte queste debite premesse, risulta imprescindibile la rivalutazione delle aree oggetto del presente intervento soprattutto se, come in questo caso, risultano ubicate nella parte fisicamente e funzionalmente più vicina alla logica della valorizzazione turistica. Nelle intenzioni progettuali l’area diventerebbe ancora di più luogo catalizzatore di eventi: qui, con la nuova conformazione si potranno sempre svolgere le attività consuete, in più, la nuova conformazione degli spalti darebbe l’opportunità di sfruttare meglio quella parte precedentemente poco e male utilizzata. Inoltre il lato lungo delle gradinate traslerebbe rispetto a se stesso verso sud, ampliando notevolmente la superficie del marciapiede (lato sud) di Viale della Regione Siciliana, dando l’opportunità di creare un viale cadenzato da una serie di sedute e spazi liberi.

Lungo il lato ad ovest si realizzerà una “quinta scenica naturale” utilizzando un filare di “Phoenix Canariensis”. Più in generale, la nuova configurazione dell’area consentirebbe inoltre di ricavare una piazzola sopraelevata (sul lato est della stessa), dove potrebbero svolgersi attività di vario genere come happening, estemporanee di pittura, mostre ecc…