C & H

ENGINEERING CONSULTANTS S.R.L.

Rrealizzazione di un nuovo padiglione e dei relativi spazi di pertinenza nel parco della Trucca, contiguo al complesso ospedaliero ”Beato Giovanni XXIII” (Bergamo)

Anno: 2016

Come nella generalità dei processi produttivi, anche nella tecnologia dell'architettura il tema della sostenibilità è attualmente un riferimento obbligato: le attività di progettazione e realizzazione degli edifici non possono essere considerate del tutto responsabili se non tengono conto degli aspetti ecologici ed ambientali.

La sostenibilità di un edificio non va perseguita soltanto con mezzi materiali, ma anche, e forse soprattutto, con strumenti immateriali: ogni fase del processo edilizio deve confrontarsi con un uso appropriato delle risorse naturali, alla luce dei principi della sostenibilità, che sono stati riassunti nello slogan delle "cinque erre":

Riduci (materiali, energia, acqua, emissioni); Riusa (materiali, edifici, suolo); Ricicla (materiali, edifici, energia, acqua); Ricostruisci (su luoghi già edificati); Ristruttura/Restaura (aree, edifici, componenti edilizi). La sostenibilità dell'ambiente costruito, inoltre, va considerata un'ottica d'insieme, come aspetto parziale di una società orientata verso principi di correttezza etica ancor prima che ecologica. L’idea progettuale vuole integrare gran parte di questi cinque punti utilizzando materiali ecosostenibili e a basso impatto ambientale e sfruttando le risorse naturali del luogo, cercando di ottenere il massimo risultato con il minore costo possibile. Partendo dalla forma delineata dalla porzione di prato si è tracciato il perimetro del padiglione per poi posizionarlo in un punto strategico dell’area per sfruttare al meglio gli spazi circostanti.

Usare dei materiali ecosostenibili con tecnologie leggere e reversibili è un punto di forza del progetto che garantisce la possibilità di completo ed agevole ripristino delle condizioni del suolo e sottosuolo antecedenti alla realizzazione.