ENGINEERING CONSULTANTS

C&H

"Recupero fabbricati di Edilizia Residenziale Pubblica e Riqualificazione delle relative aree nel Comune di Macomer (Nuoro)

Anno: 2016

Si prevede la revisione e il rifacimento della Copertura tramite l’utilizzo di pannelli coibentati autoportanti con finitura a forma di coppo, che garantiranno alti parametri di isolamento termico e abbineranno prestazioni di portata e di tenuta agli agenti climatici senza rinunciare a funzionalità e pregio estetico della copertura. L’obbiettivo è quello di ottimizzare al massimo l’efficienza energetica dell’edificio esistente. La particolare impronta a coppo risulta gradito nelle zone dove le costruzioni devono rispettare particolari vincoli paesaggistici; le finiture esterne della tegola, naturale o antichizzata in diverse soluzioni, sono ottenute con una particolare tecnologia di verniciatura che garantisce nel tempo la prestazione estetica del pannello. La strategia è anche quella di ridurre le emissioni di CO2, tagliare i costi energetici, minimizzare l’impatto ambientale dell’edificio. Inoltre l’utilizzo di pannelli coibentati favorirà l’installazione sul tetto di pannelli fotovoltaici che serviranno per produrre l’energia elettrica necessaria ad illuminare la Piazza della Repubblica. Per tutte le lavorazioni sulla copertura sarà redatto un organigramma di montaggio e smontaggio dei parapetti ed eventuali ponteggi per rendere il processo lavorativo meno invasivo possibile e intervenire progressivamente sulle tre palazzine, pertanto sarà prevista una tipologia di protezione con guardacorpo di sicurezza e piattaforma di sollevamento. Verranno analizzate le attività interferenti e la progettazione delle protezioni e degli apprestamenti necessari, obblighi contrattuali dell’Impresa esecutrice. Posto che non è possibile eliminare del tutto le interferenze tra un cantiere e una struttura sensibile come una casa d’abitazione, sarà nostra cura pianificare le lavorazioni più rumorose in orari nei quali costituiscano un disagio minore. Si possono fondamentalmente individuare quegli aspetti che hanno influenza sui “livelli di disturbo” delle attività circostanti: cantierizzazione e circolazione dei mezzi in entrata ed uscita dal cantiere, emissioni sonore, generazione di polveri e produzione di vibrazioni.

Per la piazza saranno previsti degli interventi migliorativi sia di carattere estetico che funzionale, tramite il rifacimento della pavimentazione e la revisione delle alberature esistenti. Si avrà un connubio di pavimentazione lapidea e pavimentazione verde che darà un carattere naturalistico alla piazza. Attraverso un gioco di pendenze e scalinate sarà creata anche un’area con servizi, messi a disposizione per i cittadini, e uno spazio destinato ad attività ludiche. E’ previsto anche il rifacimento dell’illuminazione della piazza e dei percorsi adiacenti, tramite il posizionamento di corpi illuminanti Led di tipo a palo, per l’illuminazione principale, e ad incasso come segna passo per evidenziare la piazza nelle ore notturne.

I sistemi di illuminazione scelti sono dotati di un sistema di regolazione che consente di regolare la quantità di luce emessa e, pertanto, di diminuire la potenza assorbita dalla lampadina in funzione di una temporanea diversa esigenza, impattando così anche sul risparmio energetico. Sfruttando le pendenze dell’area sarà studiato lo smaltimento delle acque tramite canalette che convoglieranno l’acqua nelle direzioni opportune per non creare fenomeni di ristagno e allo stesso tempo. Tramite un sistema di filtraggio sarà possibile riutilizzare l’acqua piovana per l’irrigazione del verde di progetto. L’obbiettivo è quello di rendere la piazza un forte centro di aggregazione destinato a tutte le fasce di età e che valorizzi tutta l’area circostante.